mercoledì 11 maggio 2016

IBT tursimo



Partecipare all IBT tursimo è un po' come attraversare il mondo in una giornata, immergersi in sapori, colori gusti e danze di tutto il mondo.
Non appena arivati a Berlino, abbiamo preso la nostra car to go, soluzione ottima per muoversi in fretta senza i dolori da macchina in affitto e dopo aver fatto il chek in nel primo dei due alberghi per le tre notti (!) ci siamo diretti super emozionati in fiera,
Lo scorso anno avevamo visitato la fiera del turismo a Monaco, divertendoci come dei matti e quindi le nostre aspettative erano alte.
Ora con tutta sincerità a me era piaciuta più la fiera di Monaco, forse perché più attenta alle attività outdoor del turismo, forse perché più piccolina e quindi più facile da seguire, forse perché il cibo in fiera era più buono..chissà! A proposito di cibo abbiamo assaggiato di quelle delizie, siamo capitati davanti alla Polonia proprio poco dopo la cottura dei rogal smiet marcinski dei cornetti farciti con semi di papavero e aroma di mandorle, troppo troppo buoni..io infatti dopo aver dato il primo morso sono corsa a prendere un altro pezzetto! Devo assolutamenet annotarmi che se mai mi capitasse di visitare la Polonia, bisogna passare da Poznan, città in cui sono molto popolari.



La stessa fortuna l'abbiamo avuta quando non so davanti a che paese, abbiamo trovato una signorina che friggeva dei dolcetti troppo buoni..ne avrei mangiati tanti e tanti, ma qui la coda era lunga e i dolcetti pochi..


E poi un ringraziamento speciale andrebbe alla Tailandia che offriva da bere, mangiare..ecco la birra non era proprio buonissima ma, come dicono i saggi, a caval donato non si guarda in bocca..ed era meglio di quella che abbiamo trovato in Indonesia, che era caldissima..
Super star della fiera, più delle Maldive, partner ufficiale dell evento, l'esperienza virtuale..si poteva volare in business con Luftansa , visitare le spiaggie di Curacao (bellissime con quell acqua cristallina....mamma mia) atterrare a Tokio e passeggiare per le strade di questa grande capitale, scopirere Dubai..



Il problema è che io non sono poi così una grande amante del virtuale e così ho preferito asssistere alle prove dei ragazzi della corea del sud, tra salti esagerati e calci all aria, ammirare gli abiti super colorati del Guatemala, fingere di cucinare nella cucina del perù..




Insomma immergermi nel modo meno virtuale possibile per godere al massimo di questo giro del

mondo, che le rappresentanze di più di 180 paesi,con tutti e cinque i continenti , attraverso danze, tasting di cibo e bevande, cercano di far amare il più possibile...d 'altronde il fine è quello che poi a noi venga voglia di visitare il paese rappresentato!



4 commenti:

  1. Risposte
    1. davvero..cibo buonissimo ed esperienza super..sembrava davvero di fare il giro del mondo in poche ore e tanti passi!!ehehhe

      Elimina
  2. Che bel post! Mi piace anche il tuo blog, mi sono iscritta!
    Lifen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille..racconto solo le mie passioni..cioè viaggiareeheehheh

      Elimina