venerdì 23 gennaio 2015

ricominciano i racconti hawaiani!!

Abbiamo passato il nostro thanksgiving day alle Hawaii in due isole, al mattino ad Oahu e la sera a  Maui..


Il mattino ad Oahu abbiamo deciso di uscire  dalle zone più turistiche e dirigerci verso la "costa perduta " dell isola. Questa area appare assai diverse dalle zone di residenza dei più ricchi e più turistica, qui balza fortemente agli occhi un aria di trascuratezza
..qui si trovano la discarica e la centrale elettrica che certamente un pò rovinano l aspetto magico dell isola.
è una zona dove ci si sente chiaramente tra la gente originaria del posto, quindi niente americane bonazze bionde alte magre slanciate con tavola da surf ma ometti dai lineamenti polinesiano un pò bassi e grassottelli..ci si sente davvero tra la gente originaria del posto!


La zona in questione è la costa delle Waianae Montains..



Noi abbiamo guidato subito senza fermarci fino al parcheggio del Kaena Point... una volta parcheggiato io non ho saputo trattenermi e mi sono lanciata in questo magnifico oceano...



Un piccolo racconto sul Kaena point..l affascinante mitologia hawaiana racconta che durante il sonno profondo le nostre anime vagano quelle che si allontanano troppo vanno verso ovest fino al Kaena point, in questo punto se sono fortunate trovano il loro aumakua, spirito guardiano, che le riporta al corpo, se non lo sono saltano nella notte senza mai più far ritorno!


In questa spiaggia dopo esserci fatti un bel bagnetto abbiamo conosciuto una simpaticissima coppia di anziani canadesi che visita l isola ogni anno per scappare dal freddo del canada.
loro da anni scelgono di dormire a Makaha beach , stando così fuori dalla zona più turistica.
Makaha Beach è poco conosciuta ma è una spiaggia di grande importanza per la storia del surf  è qui che infatti nel 1954 è stata ospitata la prima edizione dei campionati internazionale di surf delle Hawaii
..per me impossibile non lanciarmi anche in queste acque...



Dopo tutto questo nuotare..la fame era tanta ma ,essendo il thanksgiving day ed essendo noi nell unica zona non turistica dell isola, non siamo riusciti a trovare un posto dove mangiare..affamati e disperati abbiamo deciso di dirigersi nella più ben turistica area vicina famosa per avere l hotel della disney
quanto sognavo di salutare il mio mito topolino...


6 commenti:

  1. Beh, com'è andata con Topolino??
    Comunque, sai che a me potrebbe piacere molto la parte con la centrale elettrica? Amo questi "paradossi" e contrasti. Hai qualche foto?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con topolino una tragedia..non abbiamo trovato un posto dove parcheggiare l auto vicino all hotel e così..siamo andati a mangiare...però ti devo dire la verità..di fronte al ristorante dove abbiamo pranzato c'era un negozio per bambini e qui ho perso la testa e mi sono comperata i tatoo da bimbi....io non ho nessuna foto della centrale elettrica , ma domani spio il cell del mio ragazzo e vedo se per caso lui ne ha fatte alcune anche se temo di no visto che guidava...se vuoi torno per fare le foto!! ehehhe

      Elimina
  2. L'hotel della Disney?! Ma che figata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siiiiiiiiiiiiiiii una figata unica..il mio ragazzo ha confessato che lo aveva guardato per le vacanze ma le camere andavano dai 600 dollari a notte...follia pura..meglio abbandonare in partenza!!!

      Elimina
  3. Ah però la coppia di anziani canadesi... Si trattano bene! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai che quasi tutti i canadesi vanno a svernare a lungo in paesi caldi..ho più volte conosciuto persone del canada che passano anche più di un mese nei paesi caldi eprchè da loro fa davvero troppo freddo mi hanno detto...beati loro che possono!!!!

      Elimina