mercoledì 4 giugno 2014

Mauna Kea

In ligua hawaiana , il nome "Mauna Kea" significa "montagna bianca" questo  si riferisce al fatto che le cime del monte appaiono coperte di neve e ghiaccio ........... tanto che sulle sue pendici nei mesi di gennaio e  febbraio  è possibile sciare...

Il mauna Kea è la vetta più alta delle Hawaii ma anche la più alta del mondo se si considera la base di partenza che è posta sul fondo dell oceano.

Questo vulcano  è uno dei luoghi più venerati nella tradizione hawaiana la sua vetta è considerato il posto più sacro dell isola, secondo i miti il Mauna Kea ha creato ogni palma, ogni granello di sabbia dell isola. è in questo monte che alloggiano gli dei ed esso è il luogo che sta di mezzo tra la terra e il paradiso.
Qui solo le divinità possono vivere, agli umani non è permesso

La vetta della montagna ha anche la più grande concentrazione di telescopi astronamici al mondo e questo perchè  grazie alle migliaia di chilometri di oceano  e all'altezza di oltre 4000 metri che riduce l'atmosfera e le distorsioni da essa indotte, questo sito è un luogo ideale per le osservazioni astronomiche. Inoltre l inquinamento luminoso  è molto basso, poiché le zone circostanti sono relativamente poco abitate.

 Un must è vedere il tramonto dalla vetta..io e Seba ovviamente ci siamo organizzati al meglio per assistere a questo spettacolo, serve un fuoristrada assolutamente per raggiungere le vette........ma questo non basta perchè noi abbiamo bucato,. è già...e non solo dopo aver cambiato la ruota la macchina non partiva più!!

e così ci siamo ritrovati prima a cercare di assistere a questo spettacolo naturale dal parcheggio mentre cambiavamo la ruota  epoi nel buoi più profondo a cercare disperatmente aiuto......e non è stato proprio bello perchè il buio era proprio buio e nero e non c era quasi nessuno........io devo ammettere che ero disperata! compagni di avventura anzi disavventura una coppia di turisti, anche loro italiani, acui abbiamo dato un passaggio.

ed ecco la nostra avventura vista attraverso le lenti della gopro













Nessun commento:

Posta un commento